head

Trattare le afte con le erbe, la natura aiuta sempre

Trattare le afte con le erbe, la natura aiuta sempre
Eva MacPherson Eva MacPherson
Naturopata e nutrizionista
Temi: Stile di vita

Fortunatamente, l’afta non è contagiosa e non comporta  complicazioni,  è "solo" estremamente dolorosa. Guarisce anche da sola, ma a causa dei sintomi sgradevoli, tutti vorremmo accelerare il processo. Nel trattamento delle afte possono aiutare anche le erbe curative ed altre soluzioni naturali.

Chi ha già avuto afta lo sa, che arriva nel momento più inaspettato e senza alcun segno di preavviso. All’inizio si ha una sensazione pungente sgradevole, dove presto si forma un’ulcera, che nei bordi è infiammata, all’interno invece bianca. E’ molto dolorosa, mangiare e bere diventa fastidioso. L’afta di solito si forma sulle gengive e all'interno delle labbra, ma può verificarsi anche sulla faringe o sulla lingua. E’ più comune nelle donne e con l’avanzamento dell'età è sempre più rara. Se le ulcere sono molto grandi, è possibile aver bisogno di cure ospedaliere. Le cause possono essere diverse, la più comune è il sistema immunitario non perfettamente funzionante, danni alla mucosa o alcuni alimenti (spezie piccanti, ananas), o ancora la carenza di ferro e vitamina B e lo stress.

Il trattamento delle afte con le erbe curative

L’Aloe vera riduce efficacemente il dolore e le infiammazioni causate dalle afte. Utilizziamo la versione gel, con cui possiamo facilmente spalmare la zona dolente. La guarigione dell’afta viene accelerata se facciamo dei risciacqui più volte al giorno con il tè nero, salvia o tè al rabarbaro. Può aiutare anche l'acqua al miele e limone, la quale toglie i sapori sgradevoli. Un altro rimedio che può essere utilizzato è il decotto e la masticazione diretta della liquirizia. Il sale è un eccellente antinfiammatorio,  anche se il suo utilizzo all’inizio è doloroso, sicuramente vale la pena provarlo, perché disinfetta l'ulcera. La propoli lenisce il dolore, è anche un potente immunostimolante, esattamente come lo è l’aglio che con l’aiuto della sua allicina può servire quando trattiamo l’afta. Si tratta di un antiossidante ed antivirale, che può impedire la ricomparsa di quest’ulcera. Basta spremere uno spicchio d’aglio sulla ferita per alcuni minuti. Ricerche dimostrano anche i benefici dell’olio di lavanda, che allevia significativamente il dolore e che con il suo aiuto l’afta guarisce molti giorni prima.

Le afte e la disintossicazione

La frequente comparsa delle afte può segnalare l'accumulo delle tossine. Pertanto, è necessario eseguire una cura disintossicante e un programma di pulizia intestinale di qualità Con la disintossicazione non solo eliminiamo le tossine e le altre sostanze nocive dall’organismo, ma ripristiniamo anche l’equilibrio della flora intestinale, e rinforziamo il nostro sistema immunitario.
 

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica