head

Trattamento della menopausa

Quali metodi esistono per il trattamento della menopausa?
Suren Ponti Suren Ponti
Giornalista, consulente sanitaria
Temi: Stile di vita

Dobbiamo pensare alla menopausa non come ad una malattia, quanto piuttosto ad una condizione che causa problemi a quasi due terzi delle donne. Alcuni dei cambiamenti psico-fisici che avvengono in questo periodo possono mettere a dura prova le donne, ed è consigliato rivolgere loro la dovuta attenzione. Il trattamento della menopausa avviene in vari modi, e possono venirci in aiuto anche le piante medicinali ed una sana alimentazione.

Per il trattamento della menopausa esistono moltissimi metodi che, al pari delle cure ormonali, possono portare a dei buoni risultati. Questi metodi possono essere impiegati sia da soli che come trattamento coadiuvante.

Cos’è la menopausa?

La menopausa è la cessazione del sanguinamento del ciclo mestruale, ma non si tratta di un evento legato ad un particolare momento, quanto piuttosto di una fase della vita delle donne. La menopausa può essere suddivisa in tre fasi, in ognuna delle quali possono manifestarsi sintomi molto spiacevoli e fastidiosi.

Verso i 40 ani comincia la fase della cosiddetta premenopausa, ovvero il periodo in cui le ovaie funzionano ancora, ma si riduce drasticamente il numero degli ovuli giunti a maturazione. Verso i 50 anni comincia il periodo della perimenopausa, caratterizzata da sintomi che precedono la cessazione definitiva del ciclo mestruale, mentre l’ultima fase si chiama postmenopausa e si manifesta in genere dopo i 52 anni.

I sintomi più frequenti

Benchè non sia una regola, nel periodo della menopausa la maggior parte delle donne tende ad ingrassare, e dimagrire risulta più difficoltoso. Durante la menopausa quasi tutte le donne soffrono di vampate di calore improvvise, spesso accompagnate da una sudorazione eccessiva. Anche la secchezza vaginale è un sintomo tipico della menopausa, la cui causa è da ricercare nella diminuzione del livello di estrogeni. Infatti durante la menopausa le ovaie e i surreni producono meno testrosterone, e per questo anche la libido diminuisce. A causa dei cambiamenti ormonali possono presentarsi sintomi  come irritabilità, disturbi del sonno, ansia, stanchezza e spossatezza. Questo periodo contribuisce anche ad accelerare l’osteoporosi, che porta danni a livello delle articolazioni. A causa dell’abbassamento del livello di estrogeni, che hanno un effetto  cardio-protettore, nelle donne in menopausa cresce il rischio di sviluppare malattie cardio-circolatorie. Possono presentarsi anche piccoli disturbi della memoria, caduta dei capelli, oppure la diminuzione della peluria nel corpo. Sintomi della menopausa possono essere anche problemi di incontinenza e tachicardia.

Svariati metodi di cura

Il trattamento della menopausa può avvenire sia con ormoni che senza. Il trattamento ormonale può essere necessario in caso di sintomi gravi, e deve essere seguito esclusivamente sotto il controllo del medico, tenendo conto del fatto che la terapia ormonale non comporta solo vantaggi ma anche rischi. La terapia ormonale è sconsigliata in caso di alcune malattie e predisposizione alla trombosi, in questi casi si consiglia l’impiego di principi attivi naturali a base di piante medicinali efficaci nell'attenuare i sintomi. A questo scopo vanno bene alcune piante terapeutiche, da consumare in  forma di integratori o tisane. Tra queste troviamo la citronella, la salvia, l’erba di San Giovanni, il vitex e il trifoglio. La secchezza vaginale può essere attenuata utilizzando delle creme o dei gel che contengono erbe medicinali o acido ialuronico senza l’aggiunta di ormoni, mentre per facilitare la vita sessuale si consiglia l’uso di un lubrificante. Per il trattamento delle menopausa è necessario modificare lo stile di vita, è importante seguire una sana alimentazione e svolgere dell’esercizio fisico regolare. Nel periodo della menopausa l’organismo femminile ha maggiormente bisogno di fibre vegetali e acidi grassi omega-3. Oltre a questi, sono indispensabili lo zinco, la vitamina D, il magnesio, il fosforo, il selenio e il calcio.

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica