head

Disfunzioni alla tiroide – come accorgersene in tempo?

Come funziona la ghiandola tiroidea?
Eva MacPherson Eva MacPherson
Naturopata e nutrizionista
Temi: Stile di vita

Affinché il metabolismo e la tiroide funzionino correttamente, c’è bisogno di iodio. Se la tiroide perde di funzionalità, possono verificarsi disturbi digestivi e metabolici.

Vediamo quali sono i sintomi più frequenti della disfunzione.

Lo iodio può essere introdotto naturalmente attraverso i nostri alimenti e l’acqua potabile, se questo non bastasse, la ghiandola tiroide si ingrossa e non sarà in grado di produrre abbastanza ormoni e potranno apparire i sintomi tipici della disfunzione della tiroide, quali problemi di pelle, diminuzione delle capacita mentali e fisiche, perdita dei capelli, sbalzi d'umore, sintomi simili alla depressione, struma, aumento di peso.

Se il metabolismo viene rallentato, anche le funzioni naturali della disintossicazione possono essere compromesse e a loro volta indurranno ulteriori problemi.

E 'importante disintossicare il nostro organismo periodicamente, in modo da ridurre il rischio di sviluppare malattie, e in caso di disturbi alla tiroide far attenzione a mangiare molte verdure e  frutta, e consideriamo anche la possibilità di assumere integratori alimentari!

Ecco come integrare lo iodio.

Inserendo i frutti di mare, aragoste e cozze nella nostra dieta, possiamo facilmente integrare lo iodio necessario per il buon funzionamento della ghiandola tiroidea, ma anche l’acqua iodata e il sale iodato possono essere una buona soluzione. Con alcune verdure come il cavolo, i cavolini di Bruxelles, il rafano facciamo attenzione perché riducono l'assorbimento dello iodio, perciò se avessimo problemi alla tiroide riduciamo la loro quantità.

E 'importante sapere che durante la gravidanza e l'allattamento, durante l'adolescenza e la menopausa o se qualcuno è fumatore bisogna fare maggior attenzione alla giusta quantità dello iodio!

Se sospettiamo che la nostra tiroide non funzioni correttamente, consultare uno specialista e far fare le analisi necessarie.

Fonte:

https://www.medicalnewstoday.com/articles/163729.php

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica