head

Cura liquida: il risultato si sente in cinque giorni

La cura liquida è efficace già in 5 giorni
Eva MacPherson Eva MacPherson
Naturopata e nutrizionista
Temi: Stile di vita

La cura liquida di cinque giorni è un modo efficace della disintossicazione a casa, e della depurazione del colon. Anche se richiede una seria decisione e determinazione, ma ne vale la pena: la cura liquida eseguita in modo corretto rinfresca sia mentalmente, che fisicamente, inoltre favorisce la perdita di peso, per il suo effetto la bilancia può mostrare addirittura 5 chili di meno.

 

La primavera, e l’estate sono uno dei periodi più importanti per la disintossicazione, dato che le tossine e le scorie nocive accumulate durante l’inverno, ormai sono presenti in una misura talmente elevata nell’organismo, che i processi depurativi naturali non sono capaci ad eliminare. In questi casi può renderci un buon servizio la cura liquida, che assicura una disintossicazione veloce, e accurata. E’ importante la “sintonizzazione”, che significa che i due giorni antecedenti all’inizio della cura liquida teniamoci lontani dai cibi pesanti, e aumentiamo il consumo delle fibre vegetali.

Non è sinonimo di digiuno

Quando eseguiamo la cura liquida, la cosa più importante è la costanza, dato che per cinque giorni possiamo assumere solo dei liquidi. Questi possono essere spremute di verdura o di frutta eventualmente allungate con acqua minerale (è esplicitamente consigliata la bevanda di Aloe vera, il succo di barbabietola, succo di cavolo), nonché the officinali, l’importante è di berne almeno 3-4 litri al giorno, mentre non possiamo assumere assolutamente dei nutrimenti solidi. In caso di mal di testa forte, capogiri invece, possiamo mangiarci tranquillamente un cucchiaino di miele. Dato dobbiamo garantire l’apporto adeguato di vitamine e di nutrienti anche durante la cura liquida, non facciamo degli esperimenti, bevendo solo acqua!

Oltrepassiamo il punto morto

Il terzo giorno della cura liquida è quella più difficile, se invece riusciamo ad oltrepassarla, possiamo esserne certi, che riusciamo a terminare la cura. L’attività fisica può esserci di grande aiuto, quando ci sentiamo ormai esausti, o abbiamo mal di testa, una bella passeggiata all’aperto può fare miracoli.  Ed un altro consiglio: se durante la cura liquida ci vengono degli attacchi di fame, beviamo un grosso bicchiere d’acqua che aiuta a raggiungere un senso di pienezza. Dal sesto giorno possiamo mangiare della frutta solida, yogurt, formaggi magri, prodotti caseari magri, in seguito della verdura. Dall’ottavo giorno possiamo nuovamente assumerci senza vincoli, dei cibi sani.

Attenzione!

Senza controllo medico, la durata della cura liquida è massimo di 5 giorni. Donne incinte, neomamme che allattano, bambini, persone che soffrono di malattie digestive e tumorali, nonché i diabetici non possono eseguire la cura liquida!

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica