head

Batteri intestinali: come ci fanno ingrassare?

Batteri intestinali: che ruolo hanno sul nostro peso?
Suren Ponti Suren Ponti
Giornalista, consulente sanitaria
Temi: Stile di vita

La teoria secondo la quale la composizione dei batteri intestinali abbia un impatto anche sul peso corporeo è molto recente. Esiste una flora intestinale che fa ingrassare? Una giovane studentessa  tedesca di medicina cerca la risposta a questa domanda.

L’alimentazione occidentale è costituita dal 90 per cento da nutrienti che digeriamo, e dal 10 per cento da sostanze con le quali ogni giorno nutriamo i nostri batteri intestinali. I batteri intestinali che fanno ingrassare sono i demolitori di carboidrati più efficaci, e se si moltiplicano eccessivamente possono causare dei problemi. La flora intestinale „che fa ingrassare” sfrutta  ogni cibo fino alle briciole. Alcuni soggetti svilupperanno così cuscinetti di grasso non perchè mangino più di altri, ma semplicemente  perchè la loro flora intestinale sfrutta quasi tutto il cibo introdotto. Ma questo com’ è possibile? – si domanda Giulia Enders, studentessa di medicina tedesca, nel suo libro Affari intestinali.

Batteri intestinali schizzinosi

I batteri dei carboidrati non digeriti producono diversi tipi di acidi grassi: quelli che preferiscono la verdura preparano acidi grassi soprattutto per l’intestino e il fegato, altri producono acidi grassi che nutrono le restanti parti dell’organismo. Una banana quindi fa ingrassare meno di mezza barretta di cioccolata con le stesse calorie, poichè i carboidrati vegetali risvegliano soprattutto l’interesse dei fornitori locali, e non dei fornitori di tutto il corpo. E’ stato dimostrato che le persone che soffrono di sovrappeso hanno una flora intestinale meno complessa, costituita principalmente da batteri intestinali spcializzati nel metabolismo dei carboidrati.

Influenzano l’appetito

I batteri intestinali ci premiano se per pranzo forniamo loro il giusto nutrimento. Ci fanno preferire alcuni piatti invece che altri. Più ricerche hanno dimostrato che le sostanze che segnalano il senso di sazietà si moltiplicano se ci alimentiamo in modo favorevole per i batteri intestinali. Il giusto nutrimento dei batteri sono quei cibi che giungono al colon indigeriti, e che questi batteri possono mangiare. „Non è il cervello, ma la frazione di batteri nella pancia che anela all’hamburger, se negli ultimi tre giorni è dovuta stare a dieta. Per di più lo fanno così amorosamente che non riusciamo a resistere alle loro richieste”, - ci spiega scherzando Giulia Enders, la quale aggiunge anche come noi scegliamo i piatti a seconda dell’umore, ma anche che i batteri intestinali dispongono di strumenti tali da influenzare tutto il processo.

Se riusciranno a dimostrare che l’obesità è provocata dal numero eccessivo di batteri intestinali responsabili del metabolismo dei carboidrati, allora potremo fare molto per riequilibrare la nostra flora intestinale.

Fonte:Giulia Enders: Affari intestinali- il meraviglioso mondo dell’intestino e la sana digestione

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica