head

La pulizia intestinale può aiutare anche a combattere malattie gravi

Opinione sulla cura di pulizia intestinale: come ci aiuta?
Suren Ponti Suren Ponti
Giornalista, consulente sanitaria
Temi: Pulizia intestinale

Se c’è qualcuno che può testimoniare di cosa sia capace la cura di pulizia intestinale, quella persona è proprio Sara Paoli. Questa signora sta facendo di tutto per guarire, ma non racconta solo di questo. Nonostante conviva da tempo con una grave malattia, non ha perduto neanche per un momento l’ottimismo e la serenità.

Mi è saltato subito agli occhi il fatto che  non si lasci andare alla commiserazione.

Non ho preso totale coscienza della malattia, ed ho piuttosto  investito le mie energie sulla guarigione. Il primo problema di salute sono state le emorroidi, delle quali soffro dal 1992, il secondo invece è stato il tumore al seno, con il quale combatto dal 2016.

25 anni sono tantissimo tempo. Credo che questa lotta continua lasci un segno anche nell’animo.

Ormai sopporto abbastanza bene. Prima l’infiammazione cronica alle emorroidi mi creava tantissime difficoltà, ma il peggio è arrivato dopo l’intervento chirurgico. Allora le tecniche di operazione non erano così all’avanguardia come quelle di oggi, e purtroppo nel mio caso l’operazione non ha avuto successo. Dato che andare in bagno era sempre una difficoltà, ho cominciato a vivere questo momento con grande ansia. Per questo ho cominciato ad avere paura ad andare in bagno, e come conseguenza si è sviluppata una stitichezza cronica.

Ha menzionato che l’intervento non ha avuto successo.

Sì, non solo non ha funzionato, ma non ha neppure risolto i miei problemi. Dopo 10 anni ero tormentata da dolori alle emorroidi e crampi che hanno ulteriormente peggiorato i sintomi. Mi è successo persino di dovermi quasi sottoporre ad un intervento chirurgico per rimuovere le feci indurite nell’intestino.

Racconta del suo problema con molta disinvoltura.

Non è stato sempre così. Le persone evitano questo tema, che ancora oggi è considerato tabù. Neppure all’interno della famiglia siamo soliti parlare di questo. Come se l’intestino non ci appartenesse davvero.

E’ stato dopo i dolori emmorroidali che ha pensato alla cura di pulizia intestinale?

Non ho mai gioito di dover andare dal patologo. Avrei  voluto evitare un altro intervento invasivo e risolvere i miei problemi in altro modo. Nel 2013 ho cominciato a cercare possibili soluzioni su internet, e così ho trovato la cura di pulizia intestinale.

Cosa si aspettava da questa cura?

Il patologo mi ha detto che qualsiasi soluzione che faciliti l’evacuazione mi poteva aiutare. L’utilizzo del Clean Inside fibra e dello Slim Tea ha portato il risultato desiderato, e già dopo una settimana ho avuto dei miglioramenti. Allo stesso tempo ho avvertito una liberazioe mentale, e l’angoscia piano piano si è dissipata. Dal 2013 seguo la cura di pulizia intestinale ogni 3 mesi, e dal dicembre dello scorso anno ho completato anche con la cura di disintossicazione.

Dopo la cura di pulizia intestinale ha sentito che era il momento di provare anche la cura di disintossicazione?

Nel 2016 mi hanno diagnosticato il cancro al seno. Mi è caduto il mondo addosso, soprattutto quando hanno trovato anche delle macchie sul fegato e nei polmoni. Per fortuna non si trattava  di metastasi, e queste anomalie si sono rivelate benigne. Ho dovuto sottopormi a delle chemioterapie, e per questo ho deciso di ripulire il mio organismo dalle tossine. Così ho cominciato la cura di pulizia intestinale e la cura di disintossicazione insieme. Forse è proprio grazie a queste due cure che non mi sono sentita male dopo la chemio, ho riacquistato l’appetito ed i chili persi ed anche le analisi del sangue sono tornate nella norma.Persino il mio medico di famiglia sostiene questi metodi, io invece ho ritrovato il pieno benessere. Anche la mia famiglia segue periodicamente le due cure e spesso le ho ricevute da loro in regalo.

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica