head

Motivi del gonfiore: Come evitare i sintomi?

Come evitare il gonfiore?
Eva MacPherson Eva MacPherson
Naturopata e nutrizionista
Temi: Flatulenza

In generale, il gonfiore è causato da determinati alimenti o semplicemente dal fatto che si esagera con il cibo, ma esistono anche altri fattori. Per eliminare il gonfiore dobbiamo conoscere le possibili cause.

Con il passare del tempo la muscolatura addominale diventa meno flessibile, più debole, e può facilmente succedere che dopo i pasti dobbiamo allentare la cintura. Tra le cause del gonfiore il ruolo principale viene occupato di solito dalla cattiva alimentazione, quindi se vogliamo eliminare i sintomi spiacevoli bisogna prima apportare i dovuti cambiamenti alla nostra dieta.

Verdure che causano gonfiore

Gli alimenti che causano gonfiore non sono per niente vietati, quasi tutti contengono molti minerali, vitamine e oligoelementi essenziali per il corpo. Dobbiamo semplicemente fare attenzione a mangiarne meno, e in caso di sensibilità particolarmente forte, sostituiamo l’alimento con un altro altrettanto sano.

Tra le cause del gonfiore tutti pensiamo principalmente a certa frutta e verdura. In effetti, se vogliamo rimanere in buona salute, esse non possono in alcun modo mancare dal nostro tavolo. Le fibre vegetali contribuiscono alla corretta digestione e disintossicazione del corpo. Un consumo eccessivo, tuttavia, a causa del naturale processo di fermentazione nell'intestino, può causare gonfiore. Al posto della lattuga ad esempio scegliamo gli spinaci perché questi fermentano meno e quindi gonfiano meno la pancia. Potrebbe essere una soluzione semplice anche consumare le insalate a foglia larga come la lattuga che fa gonfiare, in forma di frullato o smoothie. Le fibre vegetali frullati hanno una fermentazione più lenta. Osserviamo i segnali del nostro corpo, frulliamo anche i frutti che gonfiano o semplicemente tagliamoli in pezzi molto piccoli. Se siamo inclini al gonfiore, evitare o almeno moderare il consumo dei vari funghi.

Il consumo di cavoli ha un posto privilegiato tra le cause del gonfiore. Cerchiamo di sostituirli con integratori alimentari in polvere, questi non causeranno effetti collaterali spiacevoli. Il problema è lo stesso anche con i legumi, se non vogliamo rinunciarci, dopo averli cotti, frulliamoli o meglio ancora se ne facciamo una passata per eliminare le buccie che è la causa principale del gonfiore.

Latte: meglio se è poco

L’organismo di molti non riesce o solo in parte ad elaborare il lattosio. Di conseguenza, lo zucchero di latte (lattosio) non digerito inizia a fermentare e a gonfiare lo stomaco. Per evitarlo, riduciamo il consumo di latte e dei prodotti lattiero-caseari freschi, come ricotta, formaggi freschi. È via libera invece per i prodotti con fermenti, come lo yogurt. Il formaggio può essere sostituto con il tofu vegetale, e possiamo bere latte di soia, avena o riso.

Stop per il lievito

Le ragioni del gonfiore e flatulenza possono essere anche il contenuto di zucchero, additivi artificiali, il lievito e farina raffinata nei dolciumi, pasticcini, prodotti da forno. Per questo motivo, preferiamo le farine integrali e di grano duro.

Bevande da evitare

È quasi ovvio che si consiglia di evitare il consumo delle bevande gassate, compresa l’acque minerale gassata. Il contenuto di acido carbonico di queste bevande quasi in un attimo trasformano la pancia in un palloncino. Beviamo acqua liscia o scegliamo tra l’immensa varietà di erbe, tè e tisane naturali. Tra questi ci sono alcuni carminativi, come la camomilla, il mirto, lo zenzero e il cumino. Se desidera avere la pancia piatta, è sconsigliato il consumo eccessivo di alcol e caffeina.

Limitare l’uso dei chewing gum

Con la masticazione continua delle cicche introduciamo inutilmente molta aria nel nostro corpo. Per non parlare del fatto che le gomme da masticare spesso contengono i vari sostituti dello zucchero (come sorbitolo o stevia) anch’essi sono inclusi tra le cause della flatulenza.

Mangiare lentamente

E’ invano mangiare cibi sani che "non gonfiano" se mangiamo di corsa. La base di una buona digestione è il cibo masticato correttamente, perché la digestione inizia nella bocca, tramite la saliva. Una delle conseguenze dei cibi masticati a metà è proprio il gonfiore.

Cosa assumere contro il gonfiore?

Come è già stato detto, abbiamo a disposizione molte erbe che riducono o eliminano il gonfiore. Se preferiamo un altro tipo di soluzione, grattugiamo un finocchio fresco, condiamolo con olio extravergine di oliva, sale, pepe e limone. E’ un ottimo carminativo che elimina quasi istantaneamente i gas in eccesso accumulati nell'intestino. Può essere un eccellente aiutante anche lo zenzero, possiamo grattugiarne un po’ nei nostri piatti preferiti, l'effetto è quasi immediato. Per eliminare il gonfiore è ottimo anche il cumino, mastichiamone (o schiacciamone in un mortaio) la quantità di un mezzo cucchiaino da caffè. Non solo ci libereremo dai gas, ma anche la digestione diventerà più facile.

Non sempre si tratta di cattiva alimentazione

In molti casi, il gonfiore può derivare da cause ben diverse della cattiva alimentazione. A volte, può capitare che l'equilibrio della flora batterica intestinale viene scombussolato dalla proliferazione di microoganismi che interferiscono con i processi digestivi corretti. Inoltre possiamo cercare i motivi del gonfiore nei disturbi da stress, colite, peritonite, appendicite, malattia di Crohn, bulimia, anoressia, cancro intestinale, e nella proliferazione dei parassiti.

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica