head

Echinacea – L’immunostimolante naturale

Echinacea: quali sono i suoi effetti curativi?
Suren Ponti Suren Ponti
Giornalista, consulente sanitaria
Temi: Erbe officinali

L’echinacea è una degli immunorafforzanti naturali più potenti, ed è antinfiammatoria, inoltre ha un effetto antibiotico, ed antivirale. Soprattutto sono queste le sue caratteristiche, che la rendono unica nel suo genere, ma questa pianta medica ha altri validi motivi per essere considerata degna di attenzione.

 

L’echinacea – conosciuta anche come roter sonnenhut – appartiene alla famiglia delle asteraceae, è un parente lontano del dente di leone, e del carciofo. In Europa viene coltivata soprattutto per scopi medici o cosmetici, ma è apprezzata anche come pianta ornamentale.  L’industria farmaceutica e cosmetica utilizza tutte le parti della pianta, la maggior parte delle volte sotto forma di estratto alcolico.   

Rafforza il sistema immunitario

L’echinacea abbonda di componenti antiossidanti, prima di tutto di polifenoli e di flavonoidi, la sua particolarità è che grazie al suo carboidrato immunostimolante chiamato arabinogalattano, stimola il sistema immunitario. In quanto la consumiamo i suoi estratti con metodo curativo, alla fine della cura la capacità di autodifesa del nostro sistema immunitario rimane comunque forte, possiamo sviluppare una resistenza contro diverse infezioni. Gli agenti attivi dell’echinacea mettono quasi una marcia in più al sistema immunitario, aumentano l’attività delle cellule T, e la proliferazione dei fagociti, così possono contribuire alla prevenzione delle malattie tumorali. L’echinaceina estratta dall’echinacea è estremamente efficace per vincere i batteri e i virus, quindi può rivelarsi un alleato efficace nella cura delle varie infezioni – sia dell’epatite, dell’erpes, o della HIV. È questo effetto antibatterico che rende l’echinacea un’ottima guaritrice delle ferite, visto che previene l’infezione delle ferite, ed accelera la guarigione delle ferite.

Antinfiammatoria

È utile a provare l’estratto di echinacea anche in caso di infiammazioni ginecologici, delle vie respiratorie, artriti, e delle vie urinarie, con il quale si possono alleviare anche i sintomi dell’allergia, dell’asma, della gengivite, reuma e anche del lupus.  Anche utilizzandolo esternamente esercita i suoi effetti antinfiammatori, risulta efficace anche nella cura contro le punture degli insetti, ulcere, eczema, psoriasi, inoltre spariscono i brufoli, se sono trattati con l’echinacea. Considerando che questa pianta officinale stimola la rigenerazione dell’epidermide, spesso la utilizzano per preparare delle pomate, che può aiutare anche nell’eliminare l’erpes labiale, e la micosi della pelle.  

L’avrebbe mai detto?

Se assumiamo echinacea quando il raffreddore è più frequente, può ridurre la comparsa della malattia quasi al cinquanta per cento.  Ricercatori americani, analizzando numerosi risultati scientifici, hanno appurato, che l’echinacea riduce la frequenza della comparsa dei daffreddori, e la durata della malattia.

 

 

Fonte:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4441164/

 

 

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica