head

Soffre di eczema? Lo saluti!

eczema
Eva MacPherson Eva MacPherson
Naturopata e nutrizionista
Temi: Erbe officinali

A causa del prurito incessabile che produce l’eczema, molti richiedo l’aiuto dei farmaci, ma le creme per alleviare i sintomi, pieno di steroidi, nonché gli antibiotici utilizzati per impedire l’infezione della pelle grattata comportano degli effetti collaterali sgraditi. Contro l’eczema esistono anche dei rimedi naturali!

 

Aiutano le piante mediche

I problemi che insorgono a causa dell’eczema, sono riducibili con successo con la crema alla calendula, ma sono risultati efficaci anche le creme a base di camomilla. Conviene provare anche la liquirizia (Glycyrrhiza uralensis) che ha anche degli effetti antinfiammatori, quindi è utilizzabile per la cura dell’eczema, e il decotto del dihuang (Rehmannia glutinosa) utilizzato dalla medicina cinese, o magari quello della peonia (Paeonia iactiflora). Durante la loro somministrazione agiamo con cura, perché il consumo prolungato della liquirizia e del dihuang può causare diarrea, in dosi massicce invece possono provocare delle intossicazioni!

Aceto di mele, ed olio d’oliva

In caso di eczema può risultare un aiuto eccellente l’aceto di mele che ha caratteristiche antibatteriche a antimicotiche. Mescoliamo in parti uguali dell’acqua e dell’aceto di mele, poi utilizziamo il miscuglio direttamente sulla pelle infiammata, sull’eczema. L’aceto di mele elimina il prurito, inoltre nutre la pelle disidratata, usandolo internamente inoltre è efficace contro le infiammazioni. È un forte antinfiammatorio anche l’olio d’oliva extravergine, in più nutre la pelle disidratata, riduce gli arrossamenti. Imbeviamo un batuffolo di cotone con dell’olio d’oliva, poi massaggiamo più volte al giorno con cautela l’epidermide malata. 

Il cambio delle abitudini alimentari

Dato che l’eczema può insorgere anche a causa di qualche allergia alimentare, è buono a sapersi, quali sono gli alimenti che predispongono alla malattia. Questi possono essere il latte vaccino, le uova, l’avena e le arachidi, quelli che soffrono di gravi infiammazioni della pelle, è meglio se si astengono dal consumo delle carni rosse, dato che gli acidi grassi di origine animale possono potenziare il processo dell’infiammazione. Al contrario, l’aringa, il salmone oppure lo sgombro, grazie al loro elevato contenuto di acido eicosapentaenoico riducono i sintomi dell’eczema, l’infiammazione e il prurito. Consumiamo in abbondanza carote, albicocche, zucca gialla: il beta-carotene in essi contenuti, facilita l’assorbimento efficace della vitamina A. Inseriamo nel nostro menu degli alimenti contenenti zinco, dato che lo zinco è ben utilizzabile per la cura dell’eczema, inoltre ostacola l’espansione dell’infiammazione dell’epidermide. Oltre a ciò. Lo zinco rafforza anche il sistema immunitario, e la guarigione delle ferite.

Ancora un consiglio contro l’eczema:

Ha mai sentito, che l’infiammazione della pelle è curabile eccellentemente anche con il bicarbonato di sodio? Prepariamoci un bagno piacevole, e aggiungiamo all’acqua una tazza di bicarbonato di sodio. Dopo 20 minuti il prurito si allevia, ma il bicarbonato di sodio è efficace, anche se lo utilizziamo come impacco.  

 

Fonte:

https://www.leaf.tv/articles/olive-oil-eczema-treatment/

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica