head

Enzimi digerenti: quali sono i sintomi che indicano la carenza degli enzimi?

La mancanza degli enzimi digestivi ci fa ammalare
Eva MacPherson Eva MacPherson
Naturopata e nutrizionista
Temi: Enzimi

Per la demolizione e per la metabolizzazione dei nutrienti, una il nostro organismo riesce a produrre una certa percentuale degli enzimi indispensabili, ma esistono certi che dobbiamo “procurarceli”, soprattutto attraverso una sana alimentazione. Se agiamo diversamente, il loro numero si abbassa al punto di crearci dei disturbi metabolici, e delle carenze alimentari. Vediamo, cosa possiamo fare per evitare tutto ciò!

 

Ad ognuno il proprio compito

È chiaro per tutti, che nel caso di carenza gli enzimi nel nostro organismo – dei quali la maggior parte viene prodotta dal pancreas - è incapace di funzionare in un modo adeguato, ma il fatto che quanti tipi di enzimi esistano, e questi perché sono indispensabili, pochi lo sanno.   Senza di loro di loro gli ormoni, le vitamine, nonché i minerali non riescono ad essere utilizzati in modo adeguato, a peggiorare la situazione è, che in mancanza degli enzimi si accumulano delle tossine e delle scorie, che non causano solo delle malattie dell’apparato digerente. Le amilasi sono responsabili della digestione dei polisaccaridi le lipasi prendono parte nella rieborazione dei lipidi. Il compito dei proteasi è il supporto dell’assorbimento delle proteine animali, mentre per l’elaborazione delle fibre, sono indispensabili le cellulasi. Il lattasi demolisce in modo efficace il lattosio, mentre la bromelina e la papaina lo fanno con le proteine.

Ecco i segni d’avvertimento

Possono segnalare la mancanza degli enzimi digerenti i diversi problemi digerenti, la stitichezza, la diarrea, l’eccessiva produzione di gas intestinali, i continui rutti, i gonfiori addominali, la tensione dolorosa dopo i pasti, il movimento intestinale lento, che significa la via più dritta verso l’attaccamento delle scorie nell’intestino. In mancanza dell’enzima proteasi, possono insorgere dei sintomi allergici gravi, dato che i materiali che si liberano per la mancanza della demolizione delle proteine partecipano all’indebolimento del sistema immunitario. Per quest’ultimo ci esponiamo più frequentemente a diverse infezioni ed infiammazioni. Le carenze causate del assorbimento scorretto possiamo, essere vittime di i caduta di capelli, problemi epidermiche, unghie deboli, denti rovinati, possiamo soccombere di malumore, nei casi più gravi, di depressione. Tutto sommato possiamo confermare, che la carenza degli enzimi digestivi può causare dei danni gravissimi a tutto il nostro organismo.

Rimpinziamoci di enzimi!

Possiamo fare parecchio per la nostra salute, se inseriamo nella nostra alimentazione più verdure e frutti che possiamo, dato che gli enzimi digestivi si trovano soprattutto in questi, inoltre nei diversi germogli dei cereali, come il grano e l’erba medica.  Inoltre possiamo rimpiazzare gli enzimi digestivi mancanti con i supporti alimentari adeguati. Molti non ci penserebbero, ma ci fa bene se aumentiamo l’apporto dei probiotici e dei prebiotici che ristabiliscono l’equilibrio della flora intestinale. Dato che i batteri benefici della flora intestinale producono anche degli enzimi digestivi.

 

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica