head

Il simbiotico è valido anche contro i disturbi digestivi.

L’asszunzione del simbiotico ha aiutato Marianna Maggi nei disturbi digestivi
L’asszunzione del simbiotico ha aiutato Marianna Maggi nei disturbi digestivi
Suren Ponti Suren Ponti
Giornalista, consulente sanitaria
Temi: Disturbi della digestione

Marianna Maggi ha cominciato a soffrire di disturbi digestivi da svariati anni, ma nessuno dei dottori da lei consultati sono riusciti a spiegarle la causa del suo malessere. La giovane donna ha pertanto deciso di prendere il destino nelle sue mani ed ha provato di tutto, anche solo per avere un minimo sollievo. Così durante le sue ricerche si è imbattuta sul simbiotico.

So che si è rivolta a molti dottori.

Sì, mi sono rivolta a molti dottori, privati, dietetici, diabetologi, gastroenterologi ed anche naturopati. Ho speso molti soldi e tanto tempo per scoprire le cause dei miei disturbi. Purtroppo nessuno è riuscito a darmi una diagnosi precisa. Hanno pensato alla  sindrome dell’intestino iritabile, o al morbo di Chron, patologie spesso accompagnate dai disturbi della digestione. Si è scoperto solo che sono allergica al glutine e al latte, che pertanto ho eliminato del tutto dalla mia dieta.

Di che natura sono i suoi sintomi?

Flatulenza, nausea, giramenti di testa, forti dolori alla pancia. Ho pensato che forse soffrissi nuovamente di reflusso. Tutto questo mi ha debilitata psicologicamente perchè dopo un pò tutta la persona si stanca della situazione. Poichè mi sentivo priva di energie ho cambiato anche lavoro. Il vecchio lavoro infatti richiedeva sorzi fisici notevoli, e a causa del malessere frequente non riuscivo più a svolgerlo.

Ha così provato tantissimi integratori e metodi di cura alternativi.

Cercavo continuamente delle soluzioni. Ho cercato di analizzare il problema facendo ricerche ininterrotte su internet. Quando pensavo che un certo metodo mi potesse aiutare anche solo un pò cominciavo ad impiegarlo. Purtroppo nessun metodo si è dimostrato alla lunga efficace contro i problemi digestivi.

Dopo un pò di tempo è diventata quasi un esperta del problema.

Sono consapevole che i dottori odiano l’autodiagnosi, e in parte sono d’accordo con loro, perchè molti pazienti sono ipocondriaci. Io però non ho avuto altra scelta che affidarmi ai miei istinti e alle mie sensazioni. Ho chiesto al medico la richiesta di alcuni esami e di un prelievo del sangue particolare. Per tranquillizzarmi mi sono sottoposta anche alla colonoscopia. Per fortuna o mia sfortuna non hanno trovato niente di rilevante.

Non hanno scoperto le cause, così le hanno consigliato solo un trattamento dei sintomi.

Sono costretta ad assumere antidolorifici ed antinfiammatori. Ho cominciato a seguire una sana alimentazione- All’inizio ho fatto anche una cura di disintossicazione. Il mio naturopata mi ha consigliato di assumere un probiotico, con il quale ho notato dei miglioramenti. La mia salute generale è migliorata e i dolori si sono attenuati.

Chi Le ha consigliato i simbiotici?

Li ho trovati su internet mentre cercavo un probiotico efficace. Volevo infatti provare qualcosa di nuovo. L’uso combinato di Swiss Probiotix Max® e Swiss Prebiotix ULTRA® mi ha aiutato a sentirmi meglio e sono diventata più energica. La mia opinione su questo prodotto è davvero molto positiva, e lo consiglio a tutti coloro che soffrono di problemi simili!

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica