head

Menta piperita, molto di più di una spezia | Per dieta, disintossicazione e preparazione di piatti

Le proprietà della menta piperita sono molteplici
Suren Ponti Suren Ponti
Giornalista, consulente sanitaria
Temi: Disintossicazione a casa

La menta piperita è usata soprattutto come ingrediente delle caramelle e delle gomme da masticare, ma è molto di più di una semplice pianta aromatizzante. La menta ha tantissime proprietà curative, aiuta a dimagrire, libera dalle tossine. Perchè dovremmo consumarla regolarmente? Abbiamo raccolto le proprietà benefiche più importanti della menta piperita.

In realtà si tratta dell’incrocio di due tipi di menta, la Mentha rotundifolia e la Mentha aquatica. Si differenzia da queste specie più antiche dal fatto che ha un sapore ed un profumo più intensi, che dura più a lungo. E’ una pianta che non richiede molte cure, cresce bene anche in giardino o nei vasi, ma possiamo incontrarla spesso anche in natura.

Componenti benefiche

La forza della menta piperita è dovuta alla composizione unica dei suoi nutrienti. Vediamo quali sono le componenti salutari della menta piperita:

-olii essenziali, che contengono in abbondanza mentolo e mentone;

-enzimi (ossidasi e perossidasi);

-vitamina C;

-antiossidanti,flavonoidi e tannini;

Oltre a questi la menta piperita contiene metilacetato, carvone e limolene, sostanze attive contro i microrganismi.

A cosa fa bene la menta piperita?

Come abbiamo già detto l’alito fresco e pulito è solo uno dei tanti benefici che la menta piperita ci offre. La possiamo usare esternamente ed internamente, in questo ultimo caso agisce soprattutto sull’apparato digerente.

Anestetizzante: sia che agisca sulla mucosa intestinale, sia sulla pelle, la menta piperita contrae e poi dilata le vene. Grazie  a questa caratterisica è un potente anestetizzante locale.

Nausea, vomito: la tisana di menta o semplicemente masticare un paio di foglie di menta fresca combatte velocemente questi sintomi spiacevoli.

Antidolorifico: aiuta a combattere il mal di testa acuto. La tisana o l’olio essenziale di menta piperita aiutano ad alleviare questi disturbi. Non solo per il mal di testa, ma anche per capogiro, sensibilità alla luce e ai rumori.

Disinfettante: grazie al suo elevato contenuto di polifenoli, distrugge i microrganismi dannosi e i parassiti.

Contro i calcoli renali: il consumo regolare di menta piperita aiuta a prevenire ed eliminare la renella dei condotti biliari e dei reni, e i piccoli calcoli.

Disintossicante: il decotto ha un leggero effetto lassativo, contribuisce ad eliminare le tossine e le scorie accumulate nei villi intestinali. Questa caratteristica rende la menta piperita una della erbe medicinali più adatte per la disintossicazione.

Antinfiammatorio: la tisana di menta piperita calma e cura la mucosa irritata, per questo viene usata per il trattamento delle malattie infiammatorie intestinali e della IBS.

Dieta: come lassativo può essere un alleato prezioso durante la dieta.

Gonfiore: grazie ai suoi principi attivi combatte i gas intestinali in eccesso dovuti ad una digestione insufficiente, flatulenza e alito cattivo.

Dato che la menta piperita è ricca di principi attivi antiossidanti (soprattutto vitamina C e flavonoidi), contribuisce a neutralizzare i radicali liberi responsabili di malattie, invecchiamento precoce della pelle e delle cellule, danni al DNA. Ottimo per rafforzare l difese immunitarie, può essere un valido rimedio contro le malattie stagionali e per ridurre i sintomi allergici. Il decotto è ottimo contro la febbre e la tosse, ma anche per stimolare la sudorazione.

Quali sono gli usi esterni?

Usata esternamente attenua il prurito e il dolore di punture o morsi di insetti. Possiamo strofinare le foglie di menta piperita sulla zona della pelle interessata, oppure usarle come impacco. Con essa  possiamo anche prevenire l’attacco degli insetti. Basta spalmare l’olio essenziale sulla pelle e possiamo stare sicuri che vespe, api o zanzare rimarranno lontane.

La menta piperita è un ingrediente base di molti cosmetici, perchè calma, disinfetta e rinfresca la pelle. E’ uno dei rimedi più efficaci contro i brufoli e l’acne.

Come prepararla?

Come per tutte le altre erbe medicinali, l’ideale è utilizzare le foglie fresche, ma sono ottime anche quelle essiccate o in polvere. L’olio essenziale può essere usato solo per uso esterno.

Se soffriamo di cattiva digestione o crampi allo stomaco, la tisana di menta piperita può essere la nostra soluzione:

Versiamo un litro di acqua bollente su un pugno di foglie di menta piprita appena raccolte (o due cucchiaini di foglie secche). Lasciamo riposare per cinque minuti, poi filtriamo. Se vogliamo rafforzare l’efetto di pulizia intestinale, possiamo aggiungere un pizzico di stevia. Al contrario della maggior parte dei decotti a base di erbe medicinali, non beviamola prima di andare a dormire. Il suo effetto lassativo può infatti presentarsi entro poche ore, e consumata in grandi quantità, può provocare insonnia o disturbi del sonno.

In caso di raffreddore, tosse o naso intasato inaliamo un paio di gocce di olio essenziale.

Menta piperita anche in cucina

La menta piperita è una spezia molto versatile, possiamo preparare con essa sciroppi e smoothie. L’aceto o l’olio di menta piperita è ideale per la preparazione dei legumi, magari con l’aggiunta di rosmarino e salvia: chi ha problemi digestivi ne trarrà benefici. Se vogliamo dimagrire, le foglie fresche spezzettate possono essere un’ottima aggiunta alle nostre insalate o carni bianche ai ferri. Nei caldi giorni estivi invece possiamo aromatizzre con essa le nostre limonate!

Un consiglio in più!

Se le nostre mani emanano un cattivo odore dopo la preparazione di pesce, cipolla o aglio, mettiamole per un paio di minuti in un decotto di menta piperita o strofiniamole con le foglie fresche!

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica