head

Test del sangue per la diagnosi precoce dei tumori: novità mondiale

Come rilevare i tumori dal sangue?
Suren Ponti Suren Ponti
Giornalista, consulente sanitaria
Temi: Curiosità

Molte persone scoprono di avere un tumore troppo tardi. I ricercatori dell’Università di Medicina John Hopkins però, hanno recentemente dato una buona notizia: in brevissimo tempo la maggior parte dei tumori potrà essere diagnosticata attraverso un test del sangue, che verrà utilizzato proprio per la diagnosi precoce dei tumori.

Benchè i ricercatori abbiano affermato di aver bisogno di ancora un pò di tempo per dimostrare l’efficacia del test nel riconoscere lo stadio iniziale dei tumori, i risultati sono molto promettenti. Attualmente stanno lavorando su un test che può servire da completamento alle procedure di screenin già utilizzate.

Si ricerca sulle mutazioni genetiche

Il test del sangue CancerSEEK ricerca 16 tipi di mutazioni genetiche che si manifestano in caso di tumore, e su 8 proteine che queste producono. Il test del sangue per la diagnosi precoce dei tumori  quindi analizza le piccolissime tracce di mutazioni  nel DNA e nelle proteine che entrano in circolo nel sangue. Finora sono stati analizzati 1005 pazienti affetti da tumore alle ovaie, al fegato, al pancreas, all’esofago, al colon, ai polmoni e al seno, in una fase della malattia in cui ancora non erano presenti  metastasi. Nel 70% dei pazienti il test è risultato positivo. Il Dottor Cristian Tomasetti, ricercatore dell’Univeristà di Medicina John Hopkins, ha annunciato alla BBC che in questo campo della medicina la diagnosi precoce di tumore allo stadio iniziale è essenziale, poichè in questo modo il tumore può essere diagnosticato quando ancora è operabile, e di conseguenza si possono salvare molte vite. Su cinque dei tipi di cancro esaminati non esistono attualmente screening per la diagnosi precoce. Il cancro al pancreas ad esempio è quasi asintomatico e la maggior parte dei malati se ne accorge troppo tardi, per questo purtroppo quattro persone su cinque muore nei cinque anni successivi alla diagnosi.

Cosa pensano gli esperti del test del sangue?

Paul Pharoah,professore di ricerca del cancro dell’Università di Cambridge, ha posto l’attenzione sul fatto che sono necessarie ulteriori ricerche per dimostrare quanto sia efficace il test nel rilevare lo stadio iniziale dei tumori. „Se viene dimostrato che il test può davvero rilevare la malattia allo stadio avanzato, questo non vuol dire che può essere utile anche nel diagnosticare lo stadio iniziale dei tumori.La sensibilità del test su tumori al primo stadio è stata solo del 40%”. Il Professore Richard Marais, collaboratore dell’Istituto Britannico di Ricerca sul Cancro ha annunciato alla BBC che servirà del tempo per dimostrare davvero la validità di questo test, almeno 5-6 anni. „La scoperta dei tumori al loro stadio iniziale, ovvero prima che la malattia si diffonda, è uno dei metodi più efficaci per aumentare la percentuale di sopravvivenza del cancro, e questa interessante ricerca rappresenta un enorme passo avanti nel poter diagnosticare il prima possibile questa malattia.”

Secondo il Dr. Mangesh Thorat, collaboratore scientifico del Centro di Ricerca del Cancro dell’ Università London Queen Mary, il Cancer SEEK sembra promettente, ma serviranno ancora numerose ricerche per scoprire il ruolo che potrebbe effettivamente avere nella diagnosi precoce del cancro.”Quello svolto finora è stato solo un esame scientifico su alcuni casi, ma serviranno altri esami in gruppi più ampi, estesi all’intera popolazione.”Il Cancer SEEK test costa attualmente 500 dollari a paziente, e mentre le ricerche continuano, lo hanno cominciato a provare alcune persoe che non hanno diagnosi di tumore.

Fonte:   http://www.bbc.com/news/health-42736764

 

Articoli correlati

Nuvoletta

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica