head

Effetti negativi dei telefonini sulla memoria –Gli adoscelenti sono a rischio?

A Gli effetti negativi dei telefonini sulla memoria sono da tempo oggetto di studio dei ricercatori.
A Gli effetti negativi dei telefonini sulla memoria sono da tempo oggetto di studio dei ricercatori.
Suren Ponti Suren Ponti
Giornalista, consulente sanitaria
Temi: Curiosità

Oggi praticamente tutti dispongono di almeno un telefono cellulare o di un altro strumento senza fili. Ogni giorno siamo esposti ad una quantità elevatissima di radiazioni elettromagnetiche dal momento che teniamo sempre con noi i cellulari o i tablet. Ma siamo al corrente del loro effetto sul nostro cervello, e quali sono gli effetti negativi dei telefonini sulla memoria?

In uno studio pubblicato nella rivista scientifica Environmental Health Perspectives i ricercatori parlano di un impatto negativo dell’uso quotidiano dei telefonini soprattutto sui giovani in età adolescenziale. Quali sono gli effetti negativi dei telefonini sulla memoria?

I ricercatori svizzeri hanno cercato di dare una risposta su come agirebbero i telefonini sul cervello dei giovani. Come risultato degli sviluppi tecnologici degli ultimi anni infatti, il corpo umano è continuamente esposto a radiazioni elettromagnetiche molto elevate. Fino ad oggi anche altre ricerche si sono indirizzate sulle possibili conseguenze di questo, ma i risultati purtroppo non sono ancora del tutto inequivocabili.

Esaminati 700 giovani

Le ultime ricerche hanno esaminato la relazione tra il rilascio di radiazioni elettromagnetiche di apparecchi wireless (RF-EMF) e le prestazioni della memoria nei giovani in età adolescenziale. In una ricerca precedente del 2015 erano stati esaminati 300 giovani, mentre adesso 700, in età compresa tra i 12 e i 17 anni.

Durante la ricerca, durata un anno, si è scoperto che mentre i giovani fanno un uso attivo degli apparecchi di comunicazione senza fili, il cervello ingoia la RF-EMF. I risultati ottenuti fanno dedurre che le radiazioni elettromagnetiche agiscono negativamente sulla memoria figurativa. Questo tipo di memoria è quella tipica dei giovani. Quando usiamo questa memoria viene attivato maggiormente l’emisfero destro del cervello, cosa che come risultato porta ad un maggior effetto negativo dei RF-EMF sui giovani che durante la conversazione tengono l’apparecchio all’orecchio destro.

Le conseguenze negative dello sviluppo tecnologico

Röösli ha sottolineato che sono necessarie ulteriori ricerche per escludere del tutto l’influenza di altri fattori.“I risultati della ricerca possono essere influenzati dall’età adolescenziale. Questo è un periodo della vita in cui cambia notevolmente il comportamento ed il modo di pensare dei giovani. Naturalmente questo ha un effetto sull’uso dei telefonini, e soprattutto sulla quantità di tempo impiegato con questi.“

Un dato emerso interessante è che altre attività come inviare messaggi o navigare su internet, ovvero quando il telefonino non è a diretto contatto con l’orecchio, la prestazione della memoria non subisce cambiamenti. I danni derivati dall’uso dei telefonini non è stato ancora accertato del tutto, e gli studiosi stanno ancora esaminando le alterazioni provocate dalle radiazioni sul cervello umano.

Fonti:
https://www.swisstph.ch/en/news/news-detail/news/mobile-phone-radiation-may-affect-memory-performance-in-adolescents/

 

Articoli correlati

Nuvoletta

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica