head

Superpotere nello zenzero: fa sparire i nostri disturbi laceranti

zenzero
Eva MacPherson Eva MacPherson
Naturopata e nutrizionista
Temi: Cibo buono-Vita buona

Lo zenzero, piccante in modo stuzzicante, non dovrebbe essere inserito nella nostra quotidianità solo per il suo sapore, visto che dispone di numerosi effetti benefici che proteggono la salute. Possiamo consumarlo crudo, possiamo sorseggiare tranquillamente il suo decotto, ma possiamo provare serenamente anche gli impacchi preparati con esso.  Guardiamo, perchè è cosi versatile!

 

Supporta l’apparato digerente

Come prima cosa, dobbiamo evidenziare l’effetto che esercita lo zenzero sull’apparato digerente, visto che possiamo utilizzarlo con successo contro la sindrome del colon irritabile (IBS), i crampi addominali, contrazioni addominali, e gastrite, anzi, elimina anche i gonfiori, l’eccessiva formazione dei gas, e allevia la diarrea. Si può utilizzarlo contro la nausea, ma allevia in modo efficace anche il voltastomaco, quindi possono chiamare in aiuto lo zenzero anche quelli che vogliono smaltire la sbronza. Dato che stimola l’appetito, è dimostrato che è efficace nella cura dell’inappetenza dovuta ad un intervento chirurgico, ma anche in quella dell’anoressia. Tramite i suoi componenti antibatterici abbatte anche il batterio Helicobacter pylori, che causa l’ulcera gastrica.

È antispasmodico ed antidolorifico

Lo zenzero è un efficace antispasmodico ed antidolorifico, allevia il mal di testa emicranica, il mal di denti, diminuisce i crampi mestruali, può esserci utile anche nei casi di affaticamento muscolare ma anche se si presentano dolori muscolari

Contro gli agenti patogeni

Con esso possiamo curare il raffreddore, ma può risultare efficace anche in caso di influenza. Lo zenzero è un ottimo mucolitico, disinfetta le vie respiratorie, allevia la faringite e la tosse, ma ha anche proprietà antipiretiche. Ma con questi la lista le forze curative dello non sono finiti! Lo avrebbe mai pensato, che è un ottimo cardioprotettivo, allevia l’ipertensione, esercita un effetto benefico sulla circolazione, regola nel sangue il livello del colesterolo LDL (cattivo) ed aiuta a prevenire l’arteriosclerosi?

Per punture e gonfiori

Applicando esternamente come impacco – il suo estratto, decotto, o grattugiato – attutisce i dolori reumatici e quelli dovuti alle degenerazioni articolari, riduce i gonfiori, scioglie la rigidità delle articolazioni, ma possiamo applicarlo tranquillamente anche sulle punture degli insetti. In Asia lo utilizzano contro i morsi dei serpenti, il colera, e la malaria.

Perché è così piccante?

Lo zenzero è ricco di carboidrati, aminoacidi, proteine, e di diversi minerali, tra i primi in zinco, fosforo, calcio, potassio, magnesio e verro. È un’ottima fonte di vitamine, contiene diverse vitamine del gruppo B, nonché vitamina E. per la sua piccantezza sono responsabili i suoi oli essenziali, il gingerolo e lo shogaol.

 

L’utilizzo dello zenzero non comporta effetti collaterali, quindi possono assumerlo tranquillamente anche donne in gravidanza, nelle neomamme invece può aiutare nell’aumento della produzione del latte.

 

 

Fonte:

http://www.webmd.com/vitamins-supplements/ingredientmono-961-ginger.aspx?activeingredientid=961

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica