head

Hamburger senza carne: non solo per i vegani

Eva MacPherson Eva MacPherson
Naturopata e nutrizionista
Temi: vegetariano-vegano

L’ hamburger senza carne non lo consigliamo solo ai vegetariani o ai vegani. Ma anche a quelli, che durante il periodo della cura dimagrante non vogliono rinunciare ai bocconi squisiti, oppure considerano adesso l’idea, di cambiare stile di vita, ed eliminano per sempre dalla loro alimentazione i cibi di origine animale. È consigliato inoltre a coloro, che sono a favore degli alimenti sani, la sua preparazione e semplicissima, quindi ne vale un tentativo per provarlo!

 

I nostri favoriti sono i fagioli

Le verdure inserite nell’hamburger senza carne sono variabili secondo i propri gusti, ma la cosa più semplice è di sceglierle secondo la stagione corrente. Se abbiamo tempo, possiamo preparare noi stessi il panino per l’hamburger cosparso di semi di sesamo/semi di lino, può essere fatto di farina integrale, eventualmente di farina senza glutine. I vegani possono riscattare le uova con dei semi di chia, in questo caso aggiungiamo ad ogni cucchiaio di semi di chia il triplo di acqua, quando l’avrà assorbito, aggiungiamolo agli altri ingredienti. L’ hamburger senza carne è sostituibile con la polpetta preparata con verdure e legumi, ma tra i nostri preferiti spicca quella fatta con i fagioli rossi. I fagioli rossi inoltre non sono solo buoni, ma contengono in abbondanza delle fibre, vitamina B12, potassio, e calcio.

È così semplice

Per la polpetta di fagioli, quindi per l’hamburger senza carne avremo bisogno di mezzo chilo di fagioli lessati, 2 uova, 1,5 e mezzo di farina di fiocchi d’avena, 1 cipolla dorata media, nonché di qualche spicchio d’aglio. Per le spezie, possiamo affidarci alla nostra fantasia: possiamo mescolarci del cumino, pepe macinato, peperoncino in polvere, ma anche del curry, noce moscata, eventualmente un po’ di timo, o del prezzemolo. Affettiamo la cipolla e l’aglio in piccoli cubetti, aggiungiamo i fagioli, e frulliamo il tutto insieme alle uova (con i semi di chia), alla farina di fiocchi d’avena e le spezie, fino ad ottenere una massa compatta. Aggiungiamo un cucchiaino di lievito in polvere, o del bicarbonato di sodio, poi formiamo dalla massa delle polpette leggermente appiattite. Friggiamole finché non diventano dorate in olio di girasole, colza, o di cocco.  Chi ha tendenze ai gonfiori, vada piano con i fagioli, li sostituisca piuttosto con delle zucchine, o con delle carote. 

Annuncio

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica