head

Cannella: il killer naturale contro i patogeni

cannella
Eva MacPherson Eva MacPherson
Naturopata e nutrizionista

Google+
Temi: Erbe medicinali

La cannella è reperibile quasi in ogni cucina, gode di una grande popolarità come spezia, ma siamo inclini a dimenticarci dei suoi effetti curativi. Nell’antichità, grazie alle sue caratteristiche di preservare la salute, il suo prezzo era equivalente a quello dell’oro, oggigiorno invece riusciamo a procurarla a bassissimo costo.

È ricca di vitamine e di aminoacidi

La corteccia secca abbonda di calcio, manganese, di fibre, ma è notevole anche il suo contenuto di vitamine B1, B2, B3, B5, B6, A, C, E, J, e K, aminoacidi. È un efficace antiossidante, rafforza il sistema immunitario, elimina i radicali liberi che causano tumori, infiammazioni, anomalie del sistema vascolare, nonché accelerano l’invecchiamento cellulare. Allevia i sintomi dell’influenza e del raffreddore, ed è anche energizzante.  

Elimina i patogeni

Grazie ai suoi agenti, dispone di un eccellente effetto antivirale, antibatterica, e fungicida, è l’ingrediente base di numerosi dentifrici e collutori: elimina anche l’alitosi dovuta ai patogeni, ed alla cattiva digestione.  La cannella è l’antidoto naturale più semplice del fungo Candida albicans, responsabile delle infiammazioni e delle infezioni delle vie urinarie, e del batterio Escherichia coli, nonché ostacola con successo la proliferazione del Helicobacter pilori, che causa ulcere gastriche e tumori intestinali.

Esercita un effetto favorevole sulla digestione

Disinfetta con efficacia anche l’apparato digerente, rilassa l’intestino e lo stomaco, favorisce la digestione. Ostacola la fermentazione delle scorie depositate nell’intestino, riduce la nausea, i gonfiori, e la diarrea. Le sue fibre alleviano i sintomi del colon irritabile (IBS), ci liberano dalla stitichezza, depurano dalle tossine l’intestino, partecipano all’eliminazione delle scorie nocive depositate. Tutto ciò contribuisce al fatto, che la cannella può ridurre il rischio del cancro al colon.  

Protegge dalla trombosi

Dato che la cannella regola i quantitativi dei trigliceridi e del colesterolo LDL, cioè quello cattivo – che si deposita sulla parete delle vene ed ostacola il flusso sanguigno -, aiuta a prevenire la formazione delle malattie cardiovascolari. Oltre a ciò, supporta la cura del diabete di tipo 2, nel caso di chi soffre di questa malattia il consumo giornaliero riduce il livello dei zuccheri del sangue, nonché migliora l’attività dell’insulina, in questo modo gli zuccheri possono penetrare nelle cellule in quantità corretta.  

È ottimo anche per le ferite

Conviene approfittare dell’effetto disinfettante della cannella anche esteriormente: cospargiamo la ferita ripulita con della cannella macinata, così contribuiamo alla guarigione veloce e naturale. 

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica