head

Candida albicans: amico, o nemico?

Eva MacPherson Eva MacPherson
Naturopata e nutrizionista
Temi: Candida

La Candida albicans, per l’effetto delle pubblicità, ormai da molti viene considerata una nemica, anche se questo specie di fungo è presente nella flora intestinale delle persone sane, in modo naturale, aiuta i processi digerenti, più precisamente la demolizione dei nutrienti.  Crea dei problemi alla salute se l’equilibrio della flora intestinale viene alterata, e il fungo prolifera eccessivamente. Come possiamo combattere questo fenomeno?

 

La proliferazione anomala della Candida albicans viene agevolata dalle terapie antibiotiche infondate, dato che questi danneggiano notevolmente la flora intestinale, i funghi occupano il posto dei batteri benefici. Possono contribuire anche gli anticoncezionali ad alto contenuto di ormoni, le cure prolungate con degli steroidi, l’eccessivo consumo di alcolici e di zuccheri, l’allergia alimentare, gli a additivi alimentari asportati con i diversi snack, ma anche costituisce un terreno fertile alla proliferazione della Candida albicans anche l’acidificazione dell’organismo. Purtroppo favoriscono la proliferazione del fungo anche l’indebolimento del sistema immunitario acquisito, nonché le infezioni virali.

Come facciamo a sapere che sono di più del necessario?

L’infezione dovuta alla proliferazione della Candida albicans, chiamata candidosi, provoca diversi sintomi, tra questi certi dei quali nessuno sospetterebbe che ha a che fare con il problema base.  Spesso questa infezione è imputabile per la decolorazione biancastra della lingua, per la pelle secca, per le unghie fragili, per i gonfiori, ma possiamo mettere sul conto del fungo anche il reflusso, e l’infezione delle parti intime. In quanto la Candida albicans ricava l’energia necessaria per la propria sopravivenza dalla demolizione degli zuccheri, nel fra tempo produce acido formico, acido butirrico, acido lattico ed acido propionico, il malato sente una sensazione di bruciore durante la miniazione. L’infezione da Candida può portare alla perdita dei capelli, alle malattie delle vie respiratorie, anzi, anche all’emicrania, inoltre provoca la stanchezza cronica, e disturbi del sonno. Anche l’esofagite, e il bruciore di stomaco possono essere i risultati dell’infezione, se di questi sintomi qualcuno persiste a lungo, è vivamente consigliato di effettuare il test per la Candida.

Cosa possiamo fare contro la proliferazione della Candida albicans?

Dato che la Candida albicans si “sazia” con degli carboidrati, conviene inserire una dieta, che elimina il consumo di zuccheri, frutta secca o dall’alto contenuto di zuccheri, alimenti al miele e all’aceto, senape, e latticini, fanno eccezione i latti vegetali, dato che questi non contengono zuccheri. Sono sulla lista nera gli alcolici, il caffè, la farina raffinata e i prodotti fornai con essa preparati, inoltre il riso bianco, e gli alimenti contenenti lievito. Asteniamoci dai prodotti di salumeria contenenti degli additivi alimentari, dalle bibite gassate zuccherate. Conviene integrare la dieta della Candida, con la disintossicazione, che può aiutare a contrastare la proliferazione eccessiva del fungo, inoltre possono esserci d’aiuto anche la spirulina, e l’erba d’orzo. La duratura della dieta contro la Candida è di 3-6 mesi.

Cosa possiamo mangiare al posto dello zucchero?

Al posto dello zucchero è una buona scelta la stevia, che è tre volte più dolce dello zucchero, è quasi esente di calorie, nonché l’eritolo, non aumenta il livello degli zuccheri sanguigni e quello dell’insulina, il suo indice glicemico è zero, e non per ultimo, un grammo contiene solo 0,2 calorie.

 

Annuncio

Articoli correlati

Comunità

NEWSLETTER BLOG

phone

Suggerimenti per la salute direttamente nella sua posta elettronica

Programma ToxiClean

Programma ToxiClean

Il Programma ToxiClean é stato elaborato per depurare e disintossicare gli organi interni in modo efficiente, insieme al Programma Clean Inside, per vivere una sana vita quotidiana.


Integratore di fibre della pulizia intestinale

Integratore di fibre della pulizia intestinale

Grazie alle fibre di cui è composto, l’integratore di fibre per la pulizia intestinale pulisce il colon dagli accumuli, e ne previene la formazione.


Tisana disintossicante

Tisana disintossicante

Miscela di 13 piante medicinali accuratamente selezionate. Promuove la peristalsi intestinale e assicura evacuazioni regolari. Non contiene caffeina.